Archivi tag: yolomites5000

Gravel sulle Dolomiti: #YOLOmites5000 – la “quinta”

Quante coincidenze quest’anno con il numero 5:

  • 5° l’edizione dello #YOLOmites5000
  • 5000 i metri di dislivello
  • 5 settembre 2020

e poi cosa manca? Forse una bella colonna sonora da dare a questa avventura gravel sulle Dolomiti. Colonna sonora é una sinfonia. E quale sinfonia si sposa meglio con l’altimetria appuntita del percorso dello #YOLOmites5000? Sicuramente la 5° di Beethoven
(ta da da daaaaaaaaaaa):

I movimenti di questa sinfonia abbracciano in modo imbarazzante le sensazioni ed emozioni che si provano durante i 125 km pedalati sulle strade secondarie della Val Badia. Queste toccano la parte meno battuta dagli amanti delle due ruote a pedali. Strade asfaltate e sterrate che collegano paesi, frazioni e masi ladini creando un circuito indimenticabile.

Allegro con brio

Iniziamo con l’ “Allegro con brio” … cosa normale in ogni situazione quando si pedala in gruppo. La partenza é sempre allegra e … briosa. Da tempo attendiamo di partire, stando al freddo, quando finalmente é ora! Ecco quello scarico di adrenalina che ci fa attaccare le prime rampe al 20%, come se non ci fosse un domani.

#YOLOmites5000 la prima rampa in salita
Dopo soli 100 metri dalla partenza, la prima rampa al 22%

L’allegro con brio lo si mantiene fino al km 25 del percorso, dove si raggiunge la caratteristica chiesetta di “Santa Berbura” a La Valle.

Santa Berbura - La Val

Un momento sacro, dove riprendere fiato, prima di ripartire con il prossimo movimento.

Andante con moto

No tranqulli, nessuna bici era a pedalata assistita, nessun motorino! Solamente forza muscolare che portava avanti le bici gravel oppure, per i piú impervi, una normale bici da strada.
Ormai é sparito il brio iniziale, l’allegro viene sostituito dall’andante. Questo ci fa capire che é ora di iniziare a pedalare in riserva per riuscire ad arrivare alla fine.

Il gruppo cerca di mantenere un ritmo omogeneo da questo punto in poi, con il solo obiettivo di raggiungere il meritato pranzo.

Canederli di spinaci
I carboidrati ladini … canederli di spinaci

Scherzo. Allegro

È uno scherzo! Iniziamo a pedalare su una sottilissima linea che divide le esclamazioni dalle imprecazioni. Sono i ciclisti che sembrano guidati da una bacchetta di un direttore d’orchestra sulle rampe al 20%. Si sfrutta ogni angolo della strada in movimenti dettati da un ritmo a zig-zag.

Questo é il momento dove c’è chi pensa di mollare, di tagliare il percorso. Solo uno sguardo al panorama riporta i pensieri alla bellezza che ci circonda. Cerchi il supporto di altri compagni nella tua stessa situazione. L’importante é non rimanere da soli. Seguire il proprio ritmo sí, peró mantenere i compagni a vista.

Allegro

Qualcuno potrebbe pensare che l’ultimo movimento sia rappresentato dall’arrivo al luogo di partenza. Non nel caso dello #YOLOmites5000. L’allegro inizia ai piedi dell’ultima asperitá della giornata. Dopo 4300 metri di dislivello conquistati nei km precedenti, non molli in questo momento. Cerchi di raccogliere tutte le motivazioni positive dentro di te le quali, grazie ai compagni di avventura, raggiungono come una grancassa risonanza ancora maggiore. E poi finalmente scollini, ti guardi intorno e fra un “chi me l’ha fatto fare” ed un “mai piú” sai che poi ritornerai.

Il concerto é finito, torniamo a casa con suoni e ritmi in testa. Un ricordo che rimarrá indelebile e che prima o poi riporterá tutti nuovamente a pedalare sulle strade gravel delle Dolomiti.

Gravel sulle Dolomiti 
#YOLOmites5000 il finale

Programma di sala: