Pasqua e le tradizioni dei ladini delle Dolomiti

Ti porteremo in viaggio tra le tradizioni pasquali ladine dell’Alta Badia

A Pasqua una delle tradizioni dei ladini delle Dolomiti é “il gioco delle uova sode”, in ladino si chiama “la cufada”.
Si prendono in mano le uova sode, lasciando scoperta soltanto l’estremità. Si picchiano le uova una contro l’altra: prima vengono battute le due punte delle uova, poi i lati più piatti.
Il vincitore è quello il cui uovo di Pasqua rimane intero. Vince l’uovo più forte e il vincitore riceve l’uovo rotto dell’avversario come trofeo.

Bambini che giocano al "gioco delle uova sode". Pasqua e le tradizioni dei ladini delle Dolomiti
Tradizione di Pasqua dei Ladini delle Dolomiti: la cufada

Ti abbiamo portato con noi durante la nostra “cufada” la domenica di Pasqua.
Guarda il video e indovina quale uovo ha vinto la sfida…


🐣 Giovedì Santo:
in questo giorno per tradizione si dipingono le uova di Pasqua.
In origine si usavano (e tutt’ora) prodotti naturali come le bucce di cipolla, fiorellini, foglie e erbe.

🐣 Domenica di Pasqua:
si porta a benedire in chiesa un cesto decorato contenente prosciutto, speck, le uova colorate, una treccia di pane dolce e una radice di rafano (cren).

🐣 Pasquetta:
la tradizione vuole che il giorno di San Giuseppe (19 marzo) i giovani si rechino a casa delle ragazze che vogliono corteggiare per prenotare le uova di Pasqua. Queste uova verranno ritirate il giorno di Pasquetta. La ragazza decide quante uova dare ai giovani uomini. Il numero di uova regalate ha un suo significato: tutti i giovani ricevono 2 uova come regalo di Pasqua; ricevere 4 uova significa che la ragazza non è interessata, mentre chi riceve 6 uova  è il fidanzato prescelto.

Buona Pasqua da tutto il team Holimites 🐰

Per approfondire: la storia e cultura dei ladini delle Dolomiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *